closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La rivoluzione secondo Paul Weller

Note sparse. Tredicesimo album solista per il musicista inglese dal titolo «A Kind Revolution», dove si confronta con i generi musicali che ha attraversato nel corso della sua carriera. Ospiti Boy George e Robert Wyatt

Paul Weller

Paul Weller

Clinicamente allergico alla nostalgia, muovendosi di continuo in uno spazio-tempo che sembra levigare le epoche musicali, Paul Weller ritorna con il 13esimo album solista che ha un legame con il precedente Saturns Pattern, legame di facile individuazione in pezzi come New York e il gospel di The Cranes Are Back. Il titolo del disco è preso proprio dal testo di quest’ultima ma, nonostante questa scelta possa rievocare il politicizzato, Wake Up the Nation, disco del 2010 d’urgenza quasi punk e memore degli albori dei The Jam. A Kind revolution , come ha dichiarato lo stesso, è un invito a una rivoluzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.