closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La rivoluzione è nel Dna antico

SCIENZA. A partire dall’ultimo libro di David Reich, genetista e docente ad Harvard. Gli «umani moderni» convissero con i Neanderthal per sparire dall’Europa circa 39mila anni fa. Le popolazioni hanno migrato e si sono mescolate molto più di quanto gli studi archeologici, paleontologici e linguistici avessero fin qui immaginato. Una ricerca recente sta mutando la conoscenza della preistoria. Per esempio nella centralità dell’Africa.

Un'opera di Marisol Escobar

Un'opera di Marisol Escobar

La storia umana è fatta di migrazioni. Un’affermazione che appare quasi banale, come quella che «homo sapiens», cioè noi, proveniamo dall’Africa . Ma oggi una nuova tecnica che permette di estrarre e studiare il Dna da reperti ossei di diecine di migliaia d’anni sta letteralmente rivoluzionando gli studi sul nostro passato. Le migrazioni sono state un fenomeno molto più ampio di quanto finora si immaginasse e homo sapiens si è mescolato ripetutamente ai Neanderthal («interbreeding» è il termine tecnico) ed è arrivato fino in Asia e da qui sembra sia tornato di nuovo in Africa. In altre parole le popolazioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.