closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La ricetta di «Lancet» a base di Piketty

L’editoriale. Il sistema va ripensato, si legge sulla prestigiosa rivista: per la sanità ci vuole una patrimoniale mondiale al 2%

Il ponte galleggiante di Mombasa in Kenya

Il ponte galleggiante di Mombasa in Kenya

Non capita spesso che una rivista medica parli di fisco. Lo fa nel suo ultimo numero The Lancet con un editoriale non firmato da attribuire al direttore, il medico Richard Horton. Horton constata come gli sforzi umanitari dei paesi ricchi convogliati attraverso l’Oms stiano fallendo miseramente: ci siamo impegnati a assicurare tamponi, vaccini e terapie al sud del mondo - anche per proteggere noi stessi dalle varianti - e semplicemente non lo stiamo facendo. Mentre da noi si eseguono 620 tamponi ogni centomila abitanti al giorno, nei paesi in via di sviluppo se ne fanno solo 6. Su 245 milioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi