closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La resilienza è donna nella primavera d’Irlanda

Scaffale. «L’influenza delle stelle» di Emma Donoghue, per Sem. In un ospedale di Dublino si lotta con la «spagnola» a due anni dalla Rivolta di Pasqua del 1916

Le infermiere preparano le mascherine in un ospedale per fare fronte all’influenza spagnola

Le infermiere preparano le mascherine in un ospedale per fare fronte all’influenza spagnola

Il 1918, anno in cui si svolgono le vicende del romanzo L’influenza delle stelle (traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini, Sem, pp. 320, euro 18,00) della scrittrice di Dublino Emma Donoghue, fu per la storia d’Irlanda un anno chiave. A tre giorni esatti dalla sua fine, il 28 dicembre, il partito repubblicano indipendentista Sinn Féin («noi da soli» in irlandese), nato tredici anni prima, stravinse le elezioni generali guadagnando 73 seggi sui 105 disponibili. ERANO PASSATI due anni e mezzo dalla famosa Rivolta di Pasqua del 1916, sedata dagli inglesi nel sangue, e organizzata dagli Irish Volunteers e dai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi