closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La «quarta gamba» è già azzoppata. Conte guarda a destra

Sabbie mobili. Il premier lascia la delega ai servizi. Ma l’inchiesta sui centristi mina la caccia al «nuovo gruppo». E incombe il voto sulla giustizia. Tentativi con i forzisti, che però vogliono capire cosa si muove al centro. Renziani sempre attenzionati

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte

Atteso, sofferto, combattuto sino all’ultimo secondo il voto sulla fiducia non ha cambiato quasi niente. La caccia ai responsabili prosegue e anzi si intensifica. Conte si mostra sicurissimo: i «nuovi gruppi» spunteranno a breve, subito dopo si passerà al rimpasto. Prima però, nella notte, un passaggio obbligato: la delega ai servizi segreti, affidata al segretario generale di palazzo Chigi Roberto Chieppa, un fedelissimo, o all’ex ambasciatore Pietro Benassi. Dal medesimo palazzo, proprio come alla vigilia del voto in parlamento, danno i numeri. Trionfali e quasi certamente troppo ottimistici: «Almeno tre senatori in partenza da Fi, forse di più, altri 4,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi