closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

La psiche scomposta di una piccola impiegata

Anni 50 in America . Abile maestra del non detto, Shirley Jackson illustra una realtà e ne suggerisce una opposta interpretazione

«A Shirley Jackson, che non aveva bisogno di urlare»: Stephen King coniò questa definizione, sintetica e perfetta, quando, nel 1980, dedicò L’incendiaria a una delle sue più venerate maestre. La voce della scrittrice californiana trasferitasi col marito ebreo in un New England che aveva scoperto razzista, bigotto e sempre pronto a linciare il capro espiatorio di turno, aveva lo stesso timbro basso e misurato delle sue protagoniste, la Constance di Abbiamo sempre vissuto nel castello o la Eleanor del famosissimo L’incubo di Hill House: ragazze ben nate e meglio educate, timide, quasi dimesse. Le sue storie e i suoi personaggi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi