closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La prefettura sfratta i profughi di Casale San Nicola

Ai rifugiati di Casale san Nicola, a Roma, sono arrivate le parole di chi ha vissuto sulla propria pelle le guerre e i lager. «La mia solidarietà ad ogni profugo - scrive Edith Bruck sopravvissuta ad Auschwiz - da dovunque venga e ovunque si trovi». «Non possiamo essere indifferenti - tuona invece Piero Terracina, anche lui sopravissuto alla Shoa -. Dell’indifferenza sono stato testimone e vittima quando nel 1938 il governo italiano emanò una lunga serie di provvedimenti a difesa della razza. E tutto accadde nell’indifferenza della maggioranza, indifferenza che portò me e tutta la mia famiglia nell’abisso di Auschwiz,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.