closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La polizia uccide due giovani, il Cile si infiamma

America Latina. Il giocoliere Francisco Romero ammazzato in strada in mezzo alla gente: un video inchioda gli agenti. Pochi giorni dopo Camilo Miyaki perdeva la vita in un commissariato. "Suicidio", dicono le forze dell'ordine, ma nessuno ci crede. E la protesta si accende in tutto il paese

Protesta in strada dopo la morte del giovane giocoliere Francisco

Protesta in strada dopo la morte del giovane giocoliere Francisco

Venerdì 5 febbraio un sergente ha ucciso un giovane giocoliere nella città di Panguipulli, nel Cile meridionale. La vittima si chiamava Francisco Andrés Martínez Romero e aveva 27 anni. Francisco viveva come artista di strada a Panguipulli e il suo assassinio è stato ripreso da un cittadino che si trovava all’interno di un autovettura in fila al semaforo vicino a cui si stava esibendo. Sono le 15.30 del pomeriggio, in strada c’è molto traffico: si vedono decine di altre vetture e al lato destro della strada si trova Francisco con in mano gli oggetti di scena. Due poliziotti si avvicinano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.