closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La polizia etiope carica, 50 morti nella calca

Strage. Finisce nel sangue la protesta degli Oromo esplosa durante una festa religiosa. nel frattempo Mattarella riceve il presidente Wirtu

Bishoftu, Etiopia: la folla in fuga mentre la polizia interviene per reprimere la protesta degli Oromo

Bishoftu, Etiopia: la folla in fuga mentre la polizia interviene per reprimere la protesta degli Oromo

Le autorità etiopi hanno indetto tre giorni di lutto nazionale a partire dal 3 ottobre per le vittime degli scontri di domenica tra le forze di sicurezza e i partecipanti all’annuale festival religioso di Irreecha. Sono più di 50 le persone rimaste uccise nella città di Bishoftu – 40 km a sud-est della capitale Addis Abeba - nella calca e durante la fuga precipitosa per mettersi al riparo dai gas lacrimogeni e dai proiettili di gomma sparati dalla polizia per disperdere i manifestanti che scandivano slogan anti-governativi mentre erano in corso le celebrazioni. Si stima che c’erano circa 2 milioni di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi