closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

La politica naturale è un dialogo continuo tra l’uomo e il vivente

Abbiamo tanto da imparare dalla natura, noi uomini e donne, dalle piante e dagli alberi, dagli animali. Perfino dai funghi e dagli insetti potremmo prendere esempio. Lo facevano le vecchie generazioni di contadini e allevatori. Sa paradura si chiamava l’usanza tra i pastori sardi di dare ognuno una pecora al compaesano che aveva perso il proprio gregge: questa è la «politica naturale», come la chiamano Angelo Meschini e Carlo Mascioli, gli autori del libro Dialoghi tra un botanico e un ornitologo, raccontando le dinamiche degli ecosistemi in cui si iscrive anche l’uomo quale animale tra gli animali. UNA POLITICA DIMENTICATA...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi