closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La periferia della crisi: una fabbrica contro l’esclusione sociale

Sbilanciamoci!. Al via a Roma la "contro-Cernobbio"

Quattro ettari di terreno, capannoni in disuso, attrezzi da lavoro, vagoni sollevati da terra, rimasti in sospeso come le vite di molti lavoratori che qui, nella vecchia fabbrica RSI (Rain Service Italia) alla periferia di Roma, hanno lavorato per anni nella riparazione dei treni. Prima della cassa integrazione e, poi, del licenziamento. Da giugno, grazie ad alcuni di quei lavoratori e a molti altri attivisti romani, questa fabbrica è diventata «Officine Zero», uno spazio occupato dal febbraio 2012 dove sperimentare alternative praticabili all’economia fondata sull’esclusione sociale. Ed è qui che ieri è stata inaugurata l’undicesima edizione della «contro-Cernobbio», il consueto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi