closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La performance vitale che sgorga dall’oro blu

MOSTRE. La mostra «Aqua» al Musée des Suisses dans le Monde di Ginevra. Dall’Africa all’Asia, dall’Europa all’America, le opere degli artisti contemporanei sull’acqua. Un elemento vitale che sta diventando una risorsa sempre più scarsa da vendere come merce preziosa

Eduardo Srur, «Hora da Onça Beber Água», 2014-2017

Eduardo Srur, «Hora da Onça Beber Água», 2014-2017

«Gange, in sanscrito, vuol dire acqua - spiega l’artista indiano Velu Viswanadhan parlando del suo video L’eau – Ganga (1985) -. Il liquido che si muove più velocemente di qualsiasi altro. Per gli indiani, il Gange è fondamentale: la vita viene dall’acqua e lì torna. È un rituale. Senza l’acqua, infatti, non ci può essere la vita. Il mondo intero ne è a conoscenza e ovunque, nelle società più antiche, il controllo dell’acqua è sempre stato fondamentale. Shiva, divinità indù, è raffigurato con il trishula, un tipo di tridente con cui cerca le sorgenti, infatti è il controllore dell’acqua. Il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi