closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La perdita della bacchetta magica

Everteen. «Il grande cane rosso» di Vincent Cuvellier (fresco di premio Andersen con «La zuppa dell'orco»), per Biancoenero edizioni

Illustrazione di Chiara Lanzieri

Illustrazione di Chiara Lanzieri

La noia, a volte, arriva sotto forma di normalità, ossessiva e ripetuta ciclicamente. Quando niente è più magico, quando il papà che prima sembrava una montagna rimpicciolisce, quando scompare per sempre il topolino dei denti, portandosi via anche la moneta d’oro che lasciava sotto al cuscino. Infine, quando il maestro che non lavava mai i vestiti, si cambia i pantaloni. È in quel preciso istante che finisce l’incanto dell’infanzia e si perde qualcosa che non tornerà mai più. A descrivere quel rito di passaggio verso l’adolescenza, così malinconico e intriso di uggiose giornate in cui tutto scorre uguale, senza sussulti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.