closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

La passione di Ingrao per il grande schermo

Il cinema. Le discussioni con Visconti e Arnheim, il cinema come strumento di liberazione dell’immaginario, il seme potente della ribellione al fascismo

Una scena di

Una scena di "Ossessione"

Nella mia lunga appartenenza al Partito Comunista Italiano, mi sono sempre riconosciuto nelle posizioni e nelle elaborazioni critiche e teoriche di Pietro Ingrao. Tra gli ultimi ricordi che ho insieme a Ingrao, quello più vivo ed emozionante resta per me la sua venuta a Rifondazione Comunista il giorno in cui compiva novanta anni: a festeggiarlo c’era anche Mario Monicelli, anche lui appena novantenne. E tuttavia per i suoi cento anni sento più giusto parlare di una cosa meno nota: il peso che ebbe nella storia del cinema italiano. È nel 1936 che rinasce il cinema italiano, ad opera di un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.