closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

La pantomima del cacciatore finito sacrificato

Novecento francese, Klossowski. Dopo la storica versione di Marmori torna, da Adelphi, Il bagno di Diana di Pierre Klossowski (1956): rivisitazione in chiave dionisiaca del mito classico, e ovidiano, del cacciatore Atteone che sorprese nuda la dea

Pierre Klossowski, Diane & Acteon, 1990

Pierre Klossowski, Diane & Acteon, 1990

«Diana avrebbe potuto scegliere un’altra forma visibile: cerva, orsa; oppure, se davvero intendeva mostrare la propria essenza, una forma che avrebbe terrorizzato Atteone e che lo avrebbe così tenuto a distanza. E invece è l’opposto: adorabile in quanto dea, vuole esserlo anche in quanto donna in un corpo che, non appena lo si vede, fa ribollire il sangue a un mortale». Così leggiamo in Il bagno di Diana di Pierre Klossowski (1905-2001), ben tradotto da Giuseppe Girimonti Greco (Adelphi «Biblioteca», pp. 128, € 16,00) e pubblicato a qualche mese di distanza dal romanzo Il Bafometto. Originariamente apparso nel 1956, Il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi