closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La Palestina negli scatti di Tanya Habjouqa

Intervista. La fotografa e il suo progetto «Occupied Pleasures»: «I media propongono immagini standard dell’occupazione. Io volevo spiegare le ragioni di una resistenza e stimolare una riflessione»

fotografie di Tanya Habjouqa

fotografie di Tanya Habjouqa

Quando la leggerezza ha il sapore della libertà. Accade in Palestina, dove ogni semplice gesto quotidiano, apparentemente comune, assume un valore più alto, come quello di ritagliarsi una fetta di normalità in un territorio difficile, duro, conteso. È su questo aspetto che ha puntato il suo obiettivo la fotografa Tanya Habjouqa, nata in Giordania da padre di origini caucasiche e madre texana, vissuta fra la Giordania e gli Stati uniti finché nel 2009 si è trasferita a Gerusalemme est dopo aver sposato un uomo palestinese. Una formazione da antropologa e un master in global media e politica in Medio Oriente,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi