closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La «pace» di Khartoum piace a tutti, tranne ai sudanesi

Sudan, un mese dopo il golpe . Hamdok torna premier, ma la coalizione della società civile boccia l’intesa con i militari. E 12 ministri si dimettono per protesta. Per la Casa bianca è «un passo incoraggiante»

Khartoum, domenica 21 novembre. La protesta contro il golpe nelle strade mentre veniva firmato l’accordo nel Palazzo presidenziale

Khartoum, domenica 21 novembre. La protesta contro il golpe nelle strade mentre veniva firmato l’accordo nel Palazzo presidenziale

A quasi un mese dal golpe e dopo altre 41 vittime - bilancio aggiornato a ieri con la morte di un altro adolescente rimasto ferito negli scontri dei giorni scorsi - il Sudan torna al punto di partenza. Quanto meno, il premier Abdalla Hamdok torna sulla sua poltrona e il generale Abdel Fattah al Burhan che lo scorso 26 ottobre l’aveva bruscamente liquidato torna a più miti consigli. TUTTI CONTENTI, O QUASI. Se il segretario di stato Usa Blinken definisce «incoraggiante» il passo compiuto a Khartoum, vuol dire che la Casa bianca è pronta a scongelare i copiosi fondi stanziati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.