closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

La notte dixie di Henderson

Basket. Marshall Henderson, stella del basket dell’università del Mississippi trovato positivo all’antidoping. Ad aiutarlo a tornare sul parquet un ex giocatore passato nei suoi stessi guai

Marshall Henderson

Marshall Henderson

Una chitarra suona nel verde del campus mentre alcuni studenti scherzano, leggono un libro, mangiano qualcosa durante un momento di pausa dalle lezioni. Suona «Dixie», la canzone simbolo del Mississipi e dell’Università locale. Non solo parole e musica, è l’inno di un popolo che ha dovuto sconfiggere prima se stesso e le sue paure per entrare nel mondo moderno. Per accettare ogni essere umano. E in quel campus, che trasuda di storie, c’è voluto parecchio tempo per capirlo. Paure del ‘diverso’ palesi anche quando si sventola la bandiera della «Confederazione’ con la croce blu in campo rosso e si grida...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi