closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La normalità dell’accoglienza

L’Europa a 28 sembra essersi infranta di fronte alle sue responsabilità internazionali con l’arrivo di poche migliaia di persone in cerca di protezione. I numeri spiegano chiaramente quanto sia strumentale e inaccettabile la reazione dei governi con l’attivazione di misure straordinarie utili solo a consolidare la retorica dell’invasione e ad alimentare il razzismo. Intorno al bacino del Mediterraneo, è vero, c’è un’emergenza umanitaria. Solo guardando i dati della Siria si capisce come la comunità internazionale debba attivare strumenti straordinari per far fronte alle conseguenze di una guerra che dura da più di due anni e costringe milioni di persone a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi