closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La nomina di Garland una trappola per i repubblicani

Corte Suprema Usa. Per il presidente Obama una scelta di «decenza, integrità ed eccellenza». Così il senato "ostruzionista" viene messo davanti alle proprie responsabilità costituzionali

Obama con il nuovo giudice della Corte Suprema Merrick Garland

Obama con il nuovo giudice della Corte Suprema Merrick Garland

La battaglia per il controllo della corte suprema ha un nome: Merrick Garland. Il presidente Obama, durante una lotta politica quasi senza precedenti col senato controllato dai repubblicani che ha promesso di bloccare qualsiasi nomina fatta dal presidente in carica, ha annunciato la propria decisione indicando nel giudice dell'Illinois il sostituto di Scalia, deceduto un mese fa. «Ho scelto un candidato conosciuto non solo come una delle più acute menti legali americane – ha detto Obama - ma anche come qualcuno che porta nel proprio lavoro decenza, modestia, integrità, imparzialità ed eccellenza». Da un mese la corte suprema si trova in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.