closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Nba sospende la paga agli atleti non vaccinati per le partite «perdute»

Stati uniti. Fra i no vax del basket Kyrie Irving e Andrew Wiggins. Ma in totale sono solo il 5%

Cestisti non vaccinati? Nessun obbligo, ma paga sospesa per le partite non giocate. L’Nba, la lega del basket americano, non mostra alcuna apertura per gli atleti che hanno deciso di non immunizzarsi. Che, per intendersi, sono assai pochi, circa il 5% del totale, una cinquantina o poco più. Numeri che in altri tornei, tipo in Premier League (arrivata oltre al 50% solo in sette club su 20 secondo la Bbc) difficilmente saranno raggiunti, compresa la Serie A di cui si sa poco o nulla sulla quantità di atleti immunizzati. Tra i NoVax ci sono anche stelle con ingaggi a tanti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.