closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La musica totale della swing era

Memoria. «La leggenda del trombettista bianco» di Dorothy Baker per Fazi editore. Cresciuto nei sobborghi di Los Angeles apprese l’arte dell’improvvisazione e della jam session fino a diventare un grande del jazz

1938: a trentun anni la narratrice americana Dorothy Baker fa il suo esordio con La leggenda del trombettista bianco, tra i primi romanzi sul jazz riproposto nel 1950 in un film diretto da Michael Curtiz (con Kirk Douglas e Lauren Bacall). Alle spalle della «leggenda» c’è soprattutto la musica e secondariamente la breve vita del trombettista Leon Bix Beiderbecke (1903-1931). L’editore Fazi pubblica il romanzo della Baker (traduzione di Stefano Tummolini, pp. 234, euro 16) che in Italia non è mai stato edito. Impresa difficile quella di «romanzare» la musica afroamericana e forse insuperabili restano le pagine dedicate da Julio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi