closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La morte dello studioso islamico Khaled Fouad Allam

Addii. La morte dello studioso algerino che ha fatto conoscere in Italia, contro gli stereotipi e i luoghi comuni, la "questione islamica"

Il suo sguardo intenso e la sua pronuncia dall’inconfondibile accento francese, insieme a delle considerazioni mai banali, avevano accompagnato fin dalla fine degli anni Novanta l’emergere anche nello spazio mediatico del nostro paese della «questione islamica». Sociologo di origine algerina, era divenuto cittadino italiano, che la partecipazione a numerosi talk-show televisivi aveva reso anche un personaggio pubblico, Khaled Fouad Allam è stato ritrovato senza vita ieri mattina poco dopo mezzogiorno in un albergo a due passi dalla Stazione Termini di Roma; per stabilire le cause del decesso, apparentemente inspiegabili è stata disposta un’autopsia. Sessant’anni, docente di Sociologia del mondo musulmano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.