closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

La morale dei comportamenti contro Katie Hill

Verità nascoste. La giovane deputata americana, costretta a dimettersi, nel suo discorso finale alla camera ha denunciato la cultura misogina che ha “consumato” il suo corpo nudo nelle foto e ha “capitalizzato” sulla sua sessualità di fronte all’intero paese che stava guardando. Un’altra vittima della morale cucita addosso alla “moglie di Cesare” che può far cadere teste maschili e femminili (molto di più), ma, non si abbia nessuna illusione, è costruita da maschi voyeur

Katie Hill, una giovane donna eletta un anno fa alla camera dei deputati degli Stati uniti, è stata costretta a dimettersi la settimana scorsa. Era indagata dalla commissione etica della Camera perché accusata di aver intrattenuto una relazione con un uomo membro del suo staff congressuale. Hill, sposata e dichiaratamente bisessuale, ha negato fermamente questa relazione, ma ha ammesso una relazione con una giovane dello staff della sua campagna elettorale (non censurabile dal regolamento parlamentare). Le notizie sul conto di Hill, con alcune sue foto che la ritraevano nuda, sono state pubblicate sul sito conservatore RedState, difensore dei valori cristiani...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.