closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La ministra sul banco di prova

Banche. Alla vigilia del voto sulla mozione contro Boschi, Renzi ri-gioca la carta dell’arbitro Cantone. Il Csm apre una pratica sul procuratore di Arezzo

Maria Elena Boschi alla camera

Maria Elena Boschi alla camera

Dal cilindro di Matteo Renzi, alla fine, è saltato fuori il solito coniglietto: Raffaele Cantone. Stavolta il jolly di palazzo Chigi dovrebbe «arbitrare», al secolo decidere chi tra gli obbligazionisti truffati dovrà essere (parzialmente) salvato e chi sommerso dalla miseria. In base a quali competenze Cantone dovrebbe arbitrare meglio di chiunque altro resta oscuro, ma il nome fa scena e il fatto che con la materia l’uomo c’azzecchi zero in questo caso è un vantaggio. Perché stavolta le ombre gravano non solo sulla politica ma anche sui tecnici. Nell’occhio del ciclone Bankitalia e Consob ci si ritrovano quanto e più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi