closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La ministra Pinotti: «Campi Onu per gli immigrati in Libia»

Manco morti. Nelle ultime ore quasi mille migranti sono stati salvati nel canale di Sicilia (quaranta sono approdati a Crotone). Il ministro della difesa e il capo di stato maggiore vagheggiano interventi congiunti sulle coste libiche mentre dall'Europa arrivano incoraggiamenti che sembrano pacche sulle spalle. Domani, a Pozzallo, fiaccolata per ricordare le quarantacinque persone morte soffocate nel peschereccio

Finalmente una parolina buona. «L’Italia con Mare Nostrum ha salvato migliaia di persone. L’Italia non è sola», ha garantito ieri il Commissario europeo per gli Affari interni Cecilia Malmstrom in un breve intervento al Quirinale. Poche parole, ma inutili. Staremo a vedere. Oggi non morire è la migliore delle non notizie. E quasi mille persone al giorno ormai sono ordinaria amministrazione. Tanto più se ce l’hanno fatta. Ieri il «mare nostro» non ha restituito altri cadaveri (anche se visto il traffico intenso sarebbe meglio tacere per scaramanzia) ma solo esseri umani da assistere. Con uno sbarco agevole, quasi lussuoso, quaranta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.