closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«La mia vita da cercatore e la passione per Cerquatonda»

Intervista. Valido Capodarca, uno dei primi cercatori di alberi secolari: «Quando ho cominciato c’era una minore informazione, oggi è venuto fuori l’amore latente per la natura»

Valido Capodarca

Valido Capodarca

Valido Capodarca, lei è stato fra i nostri primi cercatori d’alberi secolari, nei primissimi anni Ottanta. Allora il mercato editoriale era molto distante dalla sensibilità verde che manifesta in questi ultimi anni. Ma cosa l’ha portata a sentirsi in comunione coi patriarchi vegetali e a ricercarli con tanta passione e costanza? È un amore nato per gradi. Quello per la natura nasce con la mia infanzia, nel dopoguerra, con nonni paterni e materni contadini e l’alveo dell’Aso come unico parco giochi fino all’adolescenza. L’amore per gli alberi, invece, reca un momento preciso di un giorno di giugno 1979. Tenente dell’esercito,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi