closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La memoria che guida il presente. Addio a Carla Di Veroli

Ebraismo. Scomparsa ieri nella sua casa del quartiere della Garbatella a Roma a soli 59 anni. Esponente della comunità ebraica, delegata alla Memoria del Comune durante la giunta Marino, assessora nell’VIII municipio, era nipote di Settimia Spizzichino, l’unica donna della retata del 16 ottobre ’43 nel ghetto di Roma a fare ritorno da Auschwitz, di cui avrebbe a lungo trasmesso il ricordo incontrando le scolaresche e accompagnando i giovani nei Viaggi della Memoria

Carla Di Veroli

Carla Di Veroli

Nel 1938, prima di raggiungere Gerusalemme in fuga dalla Germania nazista, Martin Buber scriveva: «noi ebrei siamo una comunità basata sul ricordo, questo ci ha tenuti uniti e ci ha permesso di sopravvivere». Parole destinate ad acquisire un significato ancora più forte e tragico mentre si metteva in moto la macchina di morte che avrebbe cercato di cancellare l’ebraismo dall’Europa. Eppure, se la tradizione ebraica è caratterizzata dall’imperativo categorico «zachor», «ricorda», ci sono figure nelle quali questo filo inestricabile con il passato non ha mai smesso di intrecciarsi con altrettanta determinazione con il presente. È il caso di Carla Di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.