closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La mediazione dell’immaginario

Locarno 66. In concorso Historia de La meva mort di Albert Serra, la sinergia tra arte visuale e mezzo cinematografico

Una scena da Historia de la meva mort di Albert Serra

Una scena da Historia de la meva mort di Albert Serra

Il copione era più che prevedibile eppure di fronte alla campagna scatenata contro Sangue si rimane stupefatti. Se in Italia ci vanno giù duro per la scelta di portare sullo schermo un «efferato brigatista», in Svizzera attaccano oltre il film, il festival, la Cineteca e la Televisione svizzera (con un’interrogazione voluta da due consiglieri della destra) che lo hanno prodotto. A parte il fatto che Giovanni Senzani ha regolato i suoi conti con la giustizia, il film di Delbono non è affatto una sua celebrazione. Nel movimento della vita, in cui rientra anche l’incontro con quest’uomo, l’autore ci porta all’estremo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi