closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La mattina dopo Torino si scopre impaurita e ferita

Piazza San Carlo dopo la fuga dei tifosi della Juventus

Piazza San Carlo dopo la fuga dei tifosi della Juventus

A quasi ventiquattro ore dall’eruzione di panico che ha travolto piazza san Carlo, il cuore barocco di Torino, le ricostruzioni appartengono ancora al reame del “mi pare”. Non si sa se a scatenare la “psicosi collettiva” sia stato un petardo lanciato in mezzo alla folla, oppure la caduta di una balaustra. Oppure uno scherzo che in un baleno si è trasformato in un uragano. L’unica cosa certa è che intorno al trentesimo minuto del secondo tempo della finale di coppa, tra i quarantamila tifosi ha cominciato a volteggiare la parola “bomba”, e subito dopo “stanno sparando”. E’ il momento in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.