closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

La mattanza infinita: l’ultima vittima un operaio sull’A15

Il caso. Salvatore Rabbito travolto da una ruspa, 50 scioperi dopo la morte di Laila El Harim. La violenza del lavoro in Italia: solo nei primi sei mesi del 2021 ci sono stati 538 morti: è record. Il ministro del lavoro Andrea Orlando: "Se una macchina è idonea ma poi viene disattivato il dispositivo di sicurezza tutto il nostro sforzo è vanificato".Cgil, Cisl e Uil: "Paghiamo l’assenza di investimenti in sicurezza e formazione e una ripresa che corrisponde ad una vertiginosa crescita di infortuni gravi e mortali"

Un flash mob contro gli incidenti mortali sul lavoro

Un flash mob contro gli incidenti mortali sul lavoro

Non passa giorno senza che la mattanza dei lavoratori, uccisi dal lavoro sempre più insicuro e violento, continui. E mentre il ministro del lavoro Andrea Orlando interveniva in un question time alla Camera ieri pomeriggio era già morto un altro operaio in un cantiere dell’autostrada A15 mentre stava lavorando alla realizzazione della «Tibre», la bretella che collegherà Parma e La Spezia con l’autostrada del Brennero. Secondo una prima ricostruzione Salvatore Rabbito, 53 anni, residente in provincia di Reggio Emilia e dipendente di un'azienda del settore edile del modenese, sarebbe stato travolto da una ruspa che andava in retromarcia e che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.