closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Marina libica ammette il tentativo di speronamento

Questa volta impoosibile negare le violenze sui migranti. Tripoli promette di punire i responsabili

Far finta di non vedere questa volta era davvero impossibile. Così come è difficile fingere che la questione non riguardi anche le istituzioni europee. Le immagini vergognose girate dall’aereo «Seabird» della ong Sea Watch della motovedetta libica che insegue un barcone di migranti, cerca di speronarlo e addirittura apre il fuoco pur di fermarlo, hanno fatto in poche ore il giro del mondo suscitando indignazione ovunque. Per Bruxelles è quindi inevitabile prendere posizione: «Abbiamo visto il video di questo incidente e stiamo attualmente verificando i fatti e le circostanze correlate a questo», ha detto ieri un portavoce della Commissione europea....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.