closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La marcia No Tav nel cantiere che spacca in due il governo

Il festival dell'alta felicità. Conte tra due fuochi studia i vari dossier sulle grandi opere. Ipotesi scambio con il Tap

Gita al cemento che si è mangiato la Val Clarea, «per vedere da vicino lo scempio e lo sperpero di denaro della grande opera inutile», il Tav Torino-Lione. Il festival dell'Alta felicità, in corso a Venaus, si è fermato per la tradizionale marcia di fine luglio al cantiere del tunnel geognostico di Chiomonte, non distante dai luoghi dove nel 2011 sorgeva la Libera Repubblica della Maddalena. Quest'anno la partecipazione è stata alta, sono salite sui monti diverse migliaia di persone, come non succedeva da tempo. I No Tav hanno raggiunto le recinzioni sotto la pioggia. «I jersey e il filo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.