closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

La luce e la «lima sorda» della politica

Stoneheng

Stoneheng

Da ieri il gioco del giro del nostro pianeta e della sua inclinazione intorno al sole ci restituisce di giorno in giorno il bene della luce. Ho letto on line sul Mattino che a causa del virus non ci sarebbe stato il tradizionale raduno di curiosi nel sito di Stonehenge, misterioso «calendario» arcaico dal quale osservare il cielo. Ne sarebbe valsa la pena perché un fenomeno celeste che non accadeva dai tempi di Galileo, la congiunzione tra Saturno e Giove, ha acceso un altro tipo di luce più intensa nella notte più lunga dell’anno. Risuccederà, apprendo, nel 2080. Chissà se...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi