closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La lotta delle donne saudite a colpi di hashtag e videoclip

Arabia saudita. Cittadine di serie B, hanno lanciato campagne contro il sistema del guardiano che impedisce di fare scelte autonome. Una realtà distopica: modernismo tecnologico accanto alla negazione strutturale dei diritti civili, sociali e politici

Donne saudite sfidano i divieti in un videoclip

Donne saudite sfidano i divieti in un videoclip

Ad aprile la nomina dell’Arabia saudita a membro della Commissione Onu sullo status delle donne (Uncsw) aveva fatto accapponare la pelle a molti. UN Watch, agenzia che monitora l’operato delle Nazioni unite, aveva trovato il paragone perfetto: «È come mettere un piromane a capo dei pompieri». Nel 2015 Riyadh si era aggiudicata la presidenza del Consiglio dei diritti dell’uomo dell’Onu: altro brivido. Perché se c’è un paese che meglio di altri incarna l’ultraconservatorismo patriarcale, il diniego dei diritti e le libertà basilari e la politica di potenza è l’Arabia saudita. Nei confronti di ogni minoranza o gruppo considerato pericoloso per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.