closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La lotta delle kurde spaventa Ankara

Siria. A Rojava in atto l'esperimento democratico kurdo: uguaglianza di genere e democrazia dal basso minacciano lo Stato Islamico e il capitalismo moderno

Donne kurde delle Unità di protezione popolare

Donne kurde delle Unità di protezione popolare

Alla Turchia Kobane fa così paura da guardare in silenzio al massacro dei kurdi nel nord della Siria. A spaventare Ankara, lo Stato-nazione turco, è l’esperimento in atto da tre anni a Rojava, la regione kurda al confine che ha messo in pratica l’ideologia del nemico di sempre, il Partito Kurdo dei Lavoratori e del suo leader prigioniero, Abdullah Ocalan. Spaventati dall’esperienza kurda è anche lo stesso Stato Islamico, potere oppressivo e misogino che ha oggi Kobane come target. Un assedio lungo un mese, ormai, che è specchio della contrapposizione tra Rojava e il Califfato: «Le donne kurde sono sempre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.