closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La lingua materna e la nominazione politica del mondo

POESIA. Ida Travi pubblica la sua nuova silloge «Dora Pal. La Terra» per Moretti&Vitali

Dominique Fortin

Dominique Fortin

Dora Pal. La Terra di Ida Travi (Moretti&Vitali, pp. 135, euro 14) è un testo poetico che pone questioni urgenti: come trovare le parole in questo mondo, sferzato da forze contrastanti? Come e da dove parlare quando migliaia di parole lo invadono? Quello che Ida Travi suggerisce è di trovare un modo generativo di nominare le cose. Per far questo ha dato vita a un mondo intermedio, quello che potrei chiamare una «terra di mezzo». Non la terra dei fatti, ma neanche un mondo di pura fantasia. Questa terra di mezzo, che lei chiama dei Tolki, degli esseri che parlano,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.