closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

«La Libia non c’è più, grazie a noi ormai si è tutta somalizzata»

Intervista ad Angelo Del Boca dell'11 ottobre 2013. Il disastro dopo due anni e mezzo dai raid Nato - in Italia è premier Letta: era stato ucciso l’ambasciatore Usa, si combattono 500 milizie, si avvia lo scellerato patto sui profughi africani

Libia, il centro di detenzione per migranti a Zawiya

Libia, il centro di detenzione per migranti a Zawiya

Per capire l'evolversi della crisi abbiamo intervistato Angelo Del Boca, massimo esperto della Libia. Come giudica il sequestro da parte delle milizie armate del primo ministro libico Ali Zeidan, poi liberato? È uno scontro di potere. Fa parte del caos nel quale la Libia è caduta dopo la guerra della Nato che ha deposto nel sangue Gheddafi. Non sono assolutamente sorpreso del sequestro. L'anno scorso, quando doveva diventare premier Anwar Fekini, figura di spicco dell'opposizione in esilio (e nipote di Mohammed Fekini protagonista della rivolta contro l'occupazioneitaliana) ho cercato di dissuaderlo. Era restio ai miei suggerimenti, ma recentemente mi ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.