closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La libertà oltraggiosa di uno slasher movie psichedelico

Cannes 71. «Mandy», il film di Panos Cosmatos presentato alla Quinzaine des Realisateurs

Panos Cosmatos è il figlio di George Pan Cosmatos, il regista di classici come Rambo 2 – La vendetta, il magnifico western crepuscolare Tombstone, il classico catastrofico Cassandra Crossing e soprattutto l’epocale Cobra. Fattosi notare con Beyond the Black Rainbow, un incubo lisergico e fantascientifico, analogico e in bassa definizione, come un detrito settantesco recuperato da un fanatico del vhs, attraversato dalle magnifiche musiche e dai sintetizzatori di Sinoia Caves, Cosmatos torna a distanza di otto anni con Mandy, un altro film follemente fuori dal tempo. Ambientato nel 1983 (non proprio un anno a caso), il film racconta sommariamente la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi