closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La libertà di un salto nel vuoto

Danza. Sei danzatori che incarnano l’umanità. «BiT», lo spettacolo con cui Maguy Marin torna al Crt dopo trent'anni, è un viaggio nella confusione crudele del presente.E insieme un invito a essere combattivi, a non distrarsi

Maguy Marin. Basta pensare al nome per avere negli occhi un grupnome per avere negli occhi un gruppo stretto di personaggi in goffi abiti chiari, i piedi strascicati, il corpo affaticato, il volto scavato dal trucco espressivo. Danzavano in quel May B che più di trent’anni fa, era il 1981, segnò un momento focale nella storia dell’allora giovane coreografa di Tolosa, formatasi con il guru del balletto moderno degli anni Sessanta, Maurice Béjart. Lo spettacolo si ispirava a Samuel Beckett, Maguy lo presentava come «l’inizio di una lettura segreta dei nostri gesti più intimi, più reconditi, più sconosciuti». May B,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.