closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La libertà di scelta femminile tra le viscere della storia nipponica

SCAFFALE. «Il figlio della fortuna», ritorna in libreria il romanzo della scrittrice giapponese Tsushima Yuko per Safarà

A scartabellare le uscite editoriali di questi anni sembra che gli scrittori abbiano deciso di assecondare il nostro pruriginoso desiderio di cercare l’autore nel testo: Knausgård e Carrère, Rachel Cusk e Jenny Offill, in parecchi si sono cimentati con l’autofiction senza nascondimenti. Ma questa sbandata per l’autobiografia romanzata arriva con buon ritardo sullo shishosetsu, il «romanzo dell’io» codificato in Giappone a inizio Novecento. A questa definizione si lega, pur senza accettarne mai volentieri l’etichetta riduttiva, Tsushima Yuko. Nata a Tokyo nel 1947, un anno prima che suo padre – quel Dazai Osamu simbolo di un’intera generazione di intellettuali maudits –...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.