closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La legge elettorale si ferma per aspettare Renzi

L’approdo nell’aula della camera della nuova legge elettorale è rimandato a maggio. «Alla prima settimana», ha precisato la conferenza dei capigruppo di ieri nel tentativo di addolcire la pillola dell’ennesimo rinvio. Ma la data esatta sarà stabilita solo tra un mese, e non è detto che all’epoca la commissione avrà trovato un’intesa. Stesso discorso vale per il «solenne» impegno di tutti i partiti ad approvare comunque un testo in aula «entro l’estate», cioè entro la pausa di agosto: il buon senso lo consiglia ma vale poco. In ogni caso sarà quello al senato il passaggio più difficile, a questo punto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi