closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La Lega contro i giudici sui referendum

Giustizia. L'Associazione magistrati promette una «ferma reazione» contro i quesiti abrogativi, per Salvini e per i radicali «è una minaccia». Ma il presidente dell'Anm Santalucia spiega: «Siamo giuristi e le nostre reazioni sono gli argomenti, semplicemente non ci sembrano utili ora che le riforme della ministra Cartabia sono in campo. Ci confronteremo»

Roma, alla manifestazione della Lega di ieri

Roma, alla manifestazione della Lega di ieri

«I "vecchi steccati" il più delle volte sono presidi di diretta connessione costituzionale». Sta in questa convinzione la ragione per cui Giuseppa Santalucia, il presidente dell’Anm, parlando ieri al comitato direttivo centrale dell’Associazione magistrati, ha attaccato i referendum sulla giustizia proposti dai radicali e dalla Lega. Contemporaneamente però incoraggiando i tentativi di riforma della ministra Cartabia, che a suo giudizio sta mostrando «impegno nel selezionare il tipo e la struttura degli interventi e non cancellare un assetto di regole costruito intorno ad alcuni principi che non dovrebbero mutare». I referendum, invece, «sembrano esprimere un giudizio di sostanziale inadeguatezza dell'impianto riformatore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.