closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La Lega all’esercito di Silvio: «Dimenticate l’amnistia, o sarà guerra come in Vietnam»

Giustizia. Lo «svuotacarceri» è legge. Ma Maroni propone: «I detenuti stranieri a casa loro»

Un po’ meno custodia cautelare in carcere (disposta solo per i delitti con pena edittale superiore a 5 anni) e un po’ più domiciliari, pene alternative (attenuati i divieti per i recidivi, soprattutto se tossicodipendenti) e lavoro per i detenuti. Ma anche la conferma dei compiti da assegnare al Commissario straordinario del governo per le infrastrutture carcerarie, figura nata ai tempi di Franco Ionta a capo del Dap e totalmente inutile perfino solo ad approntare quel piano per l’edilizia carceraria raccontato per anni come la soluzione di tutti i mali. Sono queste - luci e ombre - le misure più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi