closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La governatrice della South Carolina: «Via la bandiera sudista»

Stati uniti. Simbolo per i «redneck», oltraggio per gli afroamericani. La repubblicana Nikki Haley a favore della rimozione, ora deciderà il parlamento della South Carolina

La strage di Charleston potrebbe riuscire laddove dove hanno finora fallito decenni di attivismo, proteste e militanza per i diritti civili. Ieri il governatore del South Carolina, la repubblicana Nikki Haley, si è pronunciata a favore della rimozione della bandiera «sudista» dal Capitol di Columbia, dove siede il parlamento dello stato. Una decisione definitiva in merito spetta al parlamento, ma la semplice presa di posizione da parte di un governatore in carica di uno stato ex confederato contro il vessillo dell’esercito secessionista ha una enorme valenza simbolica. L’ultimo a provarci, proprio in South Carolina, era stato rimosso alle prime elezioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.