closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La giustizia riparativa per una memoria condivisa

Saggi. Militanti della lotta armata e famigliari delle vittime a confronto. «Il libro dell’incontro» per il Saggiatore. Un lavoro durato anni e curato con rigore da Guido Bertagna, Adolfo Ceretti e Claudia Mazzucato. Nessuno doveva pentirsi o chiedere perdono. Ma spiegare i perché di un conflitto «irriducibile»

Guido Bertagna, Adolfo Ceretti e Claudia Mazzucato (rispettivamente un teologo gesuita, un criminologo e una docente di diritto penale) sono i tre curatori di un libro destinato a squarciare la memorialistica e la storiografia della lotta armata in Italia (e forse non solo), aprendovi inediti orizzonti di senso, illuminandole di una luce nuova: lo ha appena pubblicato il Saggiatore, il titolo è Il libro dell’incontro, il sottotitolo Vittime e responsabili della lotta armata a confronto” (Il Saggiatore, pp. 466, euro 22). Dov’era riposto infatti, almeno fino ad oggi, il senso di quegli anni, degli anni Settanta e ottanta del secolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi