closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La giusta misura dell’innovazione

Saggi. «La società e l’economia della conoscenza» di Sergio Ferrari

Foto Archivio storico de

Foto Archivio storico de "il manifesto"

Nella società e nell’economia della conoscenza c’è qualcosa di nuovo e inedito: quello di integrare gli strumenti convenzionali della politica economica con la conoscenza scientifica. Non perché in precedenza questa non fosse utilizzata, ma perché il patrimonio accumulato delle conoscenze scientifiche e tecnologiche sta cambiando la strumentazione – a nostra disposizione – per fare politica economica. La novità suggerita da Sergio Ferrari, già vice direttore dell’Enea, in Società ed economia della conoscenza, edito da Mnamon (euro 6), è legata alla capacità di programmare le innovazioni da parte del sistema privato e pubblico. Un cambio di paradigma che non interessa solo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi