closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La furia selettiva di «Matthew». Haiti, ennesima ecatombe

Dopo la tempesta. Si temono oltre mille morti nel piccolo paese caraibico, già devastato dal sisma del 2010. Ieri l'impatto con le coste della Florida. A Cuba molti danni e nessuna vittima

I danni dell'uragano nei pressi di Les Cayes, Haiti

I danni dell'uragano nei pressi di Les Cayes, Haiti

Nelle ore in cui «Matthew» si abbatte sulle coste della Florida, emerge drammaticamente l’entità del disastro che l’uragano - categoria oscillante tra 3 e 4 su una scala di 5, è la più violenta tempesta tropicale che abbia investito i Caraibi negli ultimi dieci anni , con venti oltre i 200 kmh - si è lasciato dietro, in particolare a Haiti. Le stime, ancora parziali, viaggiavano ieri sera verso il migliaio di vittime, ma ci sono ancora molte zone, soprattutto nel sud del paese, dove i soccorritori non sono ancora riusciti a mettere piede. Catastrofi innaturali L’ennesima strage di innocenti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi