closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

La fuga infinita di Rolland

Contagiro. Tappa 17

Il primo si dice sia stato Eddy Merckx, dopo settant’anni abbondanti in cui il ciclismo era stato sinonimo di intrighi, rappresaglie, sotterfugi e vigliaccate. Ma quando nel ’76 Gimondi cadde in maglia rosa tra Verona e Longarone, fu proprio quello lì ad intimare al gruppo di fermarsi, perché sulle sventure di un gentiluomo non si ha da banchettare. Battetelo sul campo, se vi riesce. Non ci riuscì nessuno, e forse tra tante sconfitte Felice deve a Eddy pure una vittoria. Fino ad allora, più che le regole di Giovanni Della Casa, avevano prevalso quelle della jungla. Fiorenzo Magni, per esempio,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.