closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Francia, regno del diesel, trema

Scandalo Volkswagen. Royal nomina una commissione, per fare dei test "a caso" sulle auto diesel e verificare il rispetto delle norme. I Verdi chiedono l'uscita dal diesel in cinque anni. Ma più del 60% del parco automobilistico francese è diesel, grazie a sgravi fiscali. I test Ue sono più "flessibili" di quelli Usa, su pressione dei costruttori. Nuove norme previste nel 2016 e 2017

La ministra dell'ambiente francese Ségolène Royal

La ministra dell'ambiente francese Ségolène Royal

La Francia è il paese al mondo dove circola il maggior numero di auto diesel, pari a circa il 60% del parco automobilistico (contro meno del 5% negli Usa) e molte auto sono vecchie e quindi maggiormente inquinanti. Renault e Psa, si sono specializzate nel diesel, da sempre favorito in Francia con un fisco favorevole: le tasse sono inferiori e causano un mancato guadagno per lo stato di circa 7 miliardi l’anno. Lo scandalo Volkswagen preoccupa quindi in Francia, anche se Psa e Renault (con l’alleata giapponese Nissan e il partner tedesco Daimler) assicurano che i loro prodotti rispettano scrupolosamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi